L’imprenditore italiano di Robe di Kappa e Superga si aggiudica Apple I per 156 mila euro

AccessoriMarketingWorkspace

torinese Marco Boglione, collezionista e imprenditore (patron di Robe di Kappa, K-Way, Superga e Jesus Jeans), ha sborsato 156 mila euro pur di possedere uno dei 50 Apple I ancora funzionanti. Svelata da Wozniak l’origine del nome Apple

Pur di possedere e mettere le mani sulla prima creatura di Steve Jobs e Steve Wozniak, il mitico Apple I, il torinese Marco Boglione, collezionista e imprenditore (patron di BasicNet, gruppo a cui fanno capo Robe di Kappa, K-Way, Superga e Jesus Jeans), ha aperto il portafoglio sborsando 156 mila euro.

Nel 1976 costava solo 666.66 dollari. Ma oggi, con la febbre da iGadget, all’asta da Christie’s Apple I, stimato fra le 100 mila e le 150 mila sterline, è stato battuto per la cifra di 156 euro.

L’originale Apple 1 costruito da Steve Jobs e Steve Wozniak nel garage dei genitori di Jobs era uno dei pezzi forte di un’asta di Christie’s. Dei 200 pezzi di Apple I (un computer pre-assemblato) del 1976, ne sopravviveranno poco più di 50.Con 4 Kb di memoria Ram, Apple I è dotato di un’interfaccia a cassette.

Il nome Apple? Ne ha spiegato l’origine Steve Wozniak in un video, ora su YouTube. A quell’epoca Steve Jobs raccoglieva mele in un frutteto e non aveva i soldi per pagare un’azienda di marketing per cercare un nome che desse lustro a un “brand di successo”. Un lavorante del frutteto gli suggerì il nome “Apple” e a Steve Jobs piacque. Semplice e pulito, come un’interfaccia o un hardware Apple.

Apple I all'asta da Christie's
Apple I all'asta da Christie's
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore