Lindows cambia nome

Management

L’annuncio è di Michael Robertson, CEO di Lindows: l’OS ribattezzato
verrà ufficializzato il 14 aprile.

Recentemente, la società ha vinto negli Stati Uniti una causa intentata da Microsoft, dato che ‘Windows’ è una parola di uso comune, ed è stata giudicata illegale la tutela di parole di uso comune: dunque la denominazione rimarrà Lindows Inc. Al di fuori degli Stati Uniti, Microsoft è riuscita, tramite battaglie legali, a impedire l’utilizzo del nome Lindows a tutela del proprio marchio, in quanto non è parola di uso generico. La Svezia, la Finlandia e il Benelux hanno dato ragione a Microsoft (Lindows è diventato Lin—s), ordinando la sospensione del nome nonché della commercializzazione del sistema operativo. Fuori dagli Stati Uniti sarà quindi utilizzato un nome diverso in attesa di ottenere il diritto ad usare “Lindows” a livello internazionale, come ha dichiarato Robertson. Le battaglie comunque non sono finite: negli Stati Uniti, come afferma Robertson, ci vorrà almeno un anno prima che la causa approdi alla corte d’appello e un altro anno per la revisione della Corte Suprema. La scelta di un nuovo nome si è rivelata più complessa di quanto si potrebbe pensare. Robertson ha segnalato, tra i suggerimenti giunti dagli utenti, la sua preferenza per “Lindos”, che avrebbe il vantaggio di perdere quella “W” “che sta causando così tanti problemi”. Una volta trovato un nome, comincerà la migrazione, che, dice Robertson, sarà lunga e complessa, trattandosi degli oltre 100 server che costituiscono la struttura online della società. Assicura poi, che di solo nome si tratta: le funzionalità dei prodotti rimarranno immutate.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore