L’industria aspetterà il 30 gennaio per Vista

Sistemi OperativiWorkspace

Cosa pensano del nuovo sistema operativo di Microsoft i dirigenti di società
che si occupano di schede grafiche, di aziende che lavorano nella produzione di
memorie e molti altri responsabili

ABBIAMO PARLATO di Vista con diversi rappresentanti dell’industria della tecnologia: dirigenti di società che si occupano di schede grafiche, di aziende che lavorano nella produzione di memorie e molti altri responsabili. Tutti sono giunti alla stessa conclusione. Il Microsoft Vista che si lancia oggi non è quello che a loro interessa. Gli utenti business non sono così veloci ad aggiornare e non vogliono essere i primi a sperimentare il nuovo sistema operativo. Per questo chi si occupa di grafica si può permettere oggi di essere in ritardo con i driver. La vera data che tutti hanno in mente è il 30 gennaio. Tutto dev’essere pronto per allora.ATI, per esempio, sta facendo un grande lavoro con i suoi driver Direct 3D e molti giochi funzionano ora sotto Vista a 32 bit, ma non è ancora pronta a far uscire i driver OpenGL. Il supporto Crossfire è in lavorazione ma non è ancora rifinito quanto sarebbe desiderabile. Chi si occupa di memorie si aspetta una vera esplosione dei loro prodotti in gennaio o alla fine di dicembre, per gli acquisti pazzi di Natale, e tutti potrebbero avere bisogno di più di due gigabyte una volta che Vista sarà in circolazione. Loro comunque sono pronti a fare il salto, almeno sperano. Così anche Microsoft non vuole dare troppa risonanza al lancio di oggi. I responsabili delle pubbliche relazioni di Microsoft ci hanno detto che ci vorrà ancora qualche settimana prima di rilasciare le copie per le recensioni. Ovviamente noi abbiamo bisogno di sapere se c’è qualcosa che non va nel nuovo sistema e stiamo facendo tutto il possibile per mostrarvelo anche senza il supporto di Microsoft.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore