L’iniziativa wireless "Beer Living Lab"

MobilityNetworkWlan

Obiettivo del progetto basato sulla soluzione Ibm Secure Trade Lane è
favorire il commercio internazionale attraverso la semplificazione dei processi
di spedizione marittima

IBM ha presentato un nuovo progetto wireless (finanziato dalla Commissione europea) sviluppato in collaborazione con Heineken, lo spedizioniere marittimo internazionale Safmarine e l’Università di Amsterdam, oltre che con l’ausilio delle dogane olandesi e britanniche e del servizio US Customs and Border Protection. Il nuovo progetto, denominato “Beer Living Lab”, permetterà di monitorare le spedizioni dei container di birra Heineken dall’Europa verso gli Stati Uniti mediante tecnologie cellulari e satellitari. L’obiettivo è creare una documentazione totalmente elettronica attraverso una migliore interoperabilità tra sistemi, così da accelerare le consegne e ridurre i costi del commercio internazionale.

La soluzione IBM Secure Trade Lane assicurerà l’interoperabilità e la visibilità real-time attraverso una piattaforma avanzata di sensori wireless e un’infrastruttura Soa (Services Oriented Architecture) basata sulla piattaforma IBM WebSphere. La SOA sviluppata per questo progetto, denominata Shipment Information Services, utilizza il network EPCglobal e gli standard EPCIS (Electronic Product Code Information Services), anziché implementare e mantenere un grande database centrale contenente enormi quantità di informazioni, prevede il collegamento di diverse fonti dati distribuite, permettendo la condivisione in tempo reale delle informazioni tra Heineken, Safmarine e le dogane di Paesi Bassi, Regno Unito e Stati Uniti.

I risultati del progetto forniranno un’alternativa a produttori, spedizionieri, retailer e uffici doganali interessati a migrare verso un ambiente per il commercio interamente “paperless”. Una volta accettato e implementato diffusamente, il concetto di commercio basato integralmente su documenti elettronici permetterà di supportare iniziative come il programma Green Lane, che si propone di eliminare la maggior parte delle ispezioni delle merci all’arrivo, velocizzando significativamente le spedizioni via mare e accrescendo i margini di guadagno degli spedizionieri.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore