LinkedIn acquisisce Bizo per 175 milioni di dollari

AcquisizioniAziendeMarketingSocial media
LinkedIn acquisisce Bizo
4 140 1 commento

Con l’acquisizione di Bizo per 175 milioni di dollari, LinkedIn, il social network per professionisti, potrà migliorare la capacità di offrire una piattaforma B2B completa

LinkedIn acquisisce Bizo per 175 milioni di dollari. Con questa mossa il social network per professionisti potrà “migliorare la nostra capacità di offrire una piattaforma B2B completa per i nostri marchi”. In base all’accordo, verranno incorporati le Media Solutions e i Multichannel Nurturing, ma non la divisione Data Solutions.

Si tratta della seconda acquisizione in pochi giorni, dopo quella della startup Newsle, un servizio che permette di scegliere i contatti più interessanti sui social network, come Facebook e LinkedIn, e di ricevere notifiche nel caso in cui sui siti e i blog siano pubblicate notizie in cui le persone d’interesse vengono menzionate, in modo da avere informazioni sulle loro attività lavorative: ”LinkedIn e Newsle condividono un obiettivo comune: entrambi vogliamo fornire conoscenze professionali che vi rendono migliori in quello che fate”, spiega un post sul blog di LinkedIn.

LinkedIn acquisisce Bizo
LinkedIn acquisisce Bizo

Lo scorso febbraio LinkedIn ha comprato Bright, una startup che cerca di migliorare l’incontro fra domanda ed offerte di lavoro. In ogni CV individua gli elementi che si adattano meglio a determinati impieghi, per migliorare la ricerca del lavoro pertinente.

LinkedIn, con circa 300 milioni di iscritti, aveva archiviato l’ultimo trimestre 2013 con fatturato in crescita del 47%, ma ha deluso per i suoi risultati trimestrali (profitti da 3,8 milioni di dollari, in declino del 67%) ed ora cerca di poirre rimedio, ottimizzando l’incontro fra domanda e offerta di lavoro.

Negli ultimi anni LinkedIn ha acquisito Pulse per 90 milioni di dollari e in precedenza SlideShare per 119 milioni di dollari. Con l’acquisizione di Bright, LinkedIn spera di ottimizzare la ricerca di lavoro per chi vanta CV pertinenti. E con Bozo, si specializza ulteriormente nell’offerta B2B.

L’American Customer Satisfaction Index (ACSI) ha appena dato i voti ai social media in base alla soddisfazione clienti: Pinterest raccoglie il punteggio più alto di customer satisfaction, mentre Facebook e LinkedIn deludono un po’. Sia Facebook che LinkedIn sono migliorati quest’anno, magli utenti ritengono i due siti i peggiori del settore.

Linkedin conta 300 milioni di utenti nel mondo circa, di cui 100 milioni (1 su 3) in USA, ma solo uno su 10 in Italia, pari a 7 milioni di utenti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore