LinkedIn: I lavoratori non sanno raccontarsi in un contesto professionale

FormazioneManagement
2 85 Non ci sono commenti

Saper comunicare in modo chiaro i propri successi professionali è il primo passo per farsi notare. Una ricerca di LinkedIn sottolinea le difficoltà dei professionisti nel mettersi in luce

Dalla ricerca di LinkedIn, intitolata Your Story @Work, emergono le difficoltà dei lavoratori quando si tratta di parlare di sé in un contesto professionale. I professionisti risultano riluttanti nell’elogiare i propri successi personali, cosa che cambia da Paese a Paese: soprattutto potrebbe avere un impatto negativo sulla presenza digitale dei professionisti che oggi è sempre più importante per offrire una buona prima impressione di sè ad eventuali recruiter a caccia di talenti. Il 99% dei professionisti è consapevole di quanto sia importante trasmettere un’impressione positiva quando ci si presenta per una nuova posizione.

LinkedIn: I lavoratori non sanno raccontarsi in un contesto professionale
LinkedIn: I lavoratori non sanno raccontarsi in un contesto professionale

Il 48% dei lavoratori italiani controlla i profili online dei nuovi colleghi prima di conoscerli dal vivo. Il 75% dei recruiter tricolore preferisce leggere un summary del cv/profilo linkedIn creativo invece di un elenco puntato di esperienze.
Il 65% dei professionisti in Italia ritiene che non abbia senso vantare i propri successi professionali né online né offline, perché le persone dovrebbero accorgersi da sole di come lavorino o abbiano lavorato.
Soltanto il 40% dei professionisti italiani si sente a disagio ed è restio nel parlare dei propri successi professionali.
Il 73% dei recruiter in Italia afferma che prima di tutto visionerà il profilo LinkedIn di tutti i potenziali candidati.
Il 65% dei recruiter italiani afferma che l’impressione che si trasmette online è altrettanto importante di quella che si dà di persona.
Il 48% dei lavoratori italiani ammette di essere in difficoltà quando si tratta di descrivere la propria occupazione.
Il 66% degli intervistati italiani teme che parlare dei risultati ottenuti al lavoro, potrebbe dare l’impressione di risultare vanitoso. Solo il 27% si sente sicuro nel farlo, anche se ovviamente per il 60% dei professionisti italiani è molto più semplice parlare dei risultati dei colleghi.

Saper comunicare in modo chiaro i propri successi professionali è il primo passo per farsi notare” ha precisato Marcello Albergoni, Head of Italy di LinkedIn, “A questo scopo, niente funziona meglio di un buon profilo LinkedIn in cui presentare i successi conseguiti e dimostrare la propria esperienza. Contano anche le piccole cose. Ad esempio, l’aggiornamento del profilo con una nuova esperienza o la pubblicazione di un’immagine che aiuti a definire meglio il nostro essere professionisti può portare il nostro account a un numero di visualizzazioni fino a 21 volte superiori al normale, migliorando le probabilità di ottenere il lavoro desiderato”.

Lo studio è stato condotto da Censuswide per LinkedIn su 11,168 lavoratori in vari paesi tra cui UK, Canada, USA, Brasile, Italia, Spagna, Olanda, Irlanda, India, Australia, Hong Kong, Indonesia, Malesia, Svezia, Messico, Francia, Singapore, Cina e Giappone.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore