LinkedIn, l’iPo che fa da apripista ai social network in Borsa

AziendeMarketingSocial media

La quotazione avverrà entro l’anno. LinkedIn ha appena depositato domanda alla Sec per collocare in borsa azioni: fino a 175 milioni di dollari

Non poteva che essere il social network professionale il primo sito della galassia Web 2.0, a cui appartengono anche Facebook e Twitter, a sbarcare a Wall Street. La quotazione di LinkedIn avverrà entro l’anno. LinkedIn ha appena depositato domanda alla Sec per collocare in borsa azioni: fino a 175 milioni di dollari. LinkedIn vanta 90 milioni di utenti professionisti, contro i 500 milioni (ma 650 milioni a novembre) di Facebook.

Co-fondata nel 2002 da Reid Hoffman, ex manager di PayPal, è il primo social network a imboccare l’autostrada verso Wall Street. Ma LinkedIn rappresenta l’antoipasto: il piatto forte sarà – e tutti vogliono che sia – Facebook, valutata (o sopravvalutata?) 50 miliardi di dollari, anche se ne fattura appena 2.La valutazione di Facebook è basata sulla raccolta di 1,5 miliardi di dollari, grazie a Goldman Sachs.

L’utile netto per i primi 9 mesi sarebbe stimato del valore di 1.85 milioni di dollari, ha detto LinkedIn said. I ricavi si attestano a 161.4 milioni di dollari, raddoppiati rispetto agli 80.8 milioni di dollari di un anno prima (fonte: Bloomberg). I ricavi totali del 2009 ammontavano a 120.1 milioni di dollari, di cui 89.6 milioni in contanti.

Altre Ipo? Demand Media ha debuttato con un balzo del 33%. A Groupon, che ha rifiutato 6 miliardi di dollari da Google, sarebbe stato attribuito un valore di 15 miliardi di dollari. Skype non emettera’ la sua Ipo prima della seconda meta’ del 2011, secondo il Wall Street Journal. C’è voglia di social rivincita al Nasdaq.

LinkedIn parla italiano
LinkedIn parla italiano
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore