Linux

Management

Il fenomeno Linux ha invaso il mondo dellinformatica degli ultimi anni, generando disorientamento da parte degli operatori tradizionali, entusiasmo tra gli utenti smaliziati, curiosità nella grande massa di utenti meno esperti

Linux nasce nel 1991, quando lallora studente finlandese Linus Torvalds decide di sviluppare un nuovo kernel (ovvero il cuore di un sistema operativo) che superi le limitazioni di quello fornito con Minix, un sistema operativo simile a Unix diffuso in ambito accademico. La versione 1.0 del kernel fu rilasciata nel 1994. Contemporaneamente, un altro gruppo di programmatori riuniti nel Gnu project sviluppavano versioni di pubblico dominio di altre porzioni del sistema operativo Unix. Lunione dei due progetti produsse un sistema operativo completo, che ha continuato il suo sviluppo fino a oggi. Questo nuovo sistema operativo, grazie alla disponibilità del codice sorgente, cominciò a diffondersi nelle università di tutto il mondo, in un primo momento per scopi didattici e di ricerca; in seguito, vista leccezionale stabilità e la buona configurabilità, cominciò a essere utilizzato anche per scopi più pratici, come server web, mail o ftp, grazie alla disponibilità di software anchessi di pubblico dominio, ma di grande potenza, come il Cern httpd, Sendmail, Bind e, più tardi, Apache e Samba. Cominciano a nascere le distribuzioni, ovvero versioni pacchettizzate di Linux, che raccolgono il kernel, i moduli software prodotti dalla Gnu Foundation e i software gratuiti più utilizzati, e arricchite da utility per semplificare linstallazione anche agli utenti meno esperti. Linux continua la sua evoluzione e comincia ad affacciarsi anche nel mondo delle imprese i primi ad adoperarlo sono gli Internet Service Provider, che grazie a investimenti contenuti (bastano pochi server con Linux e un accesso a una dorsale), contribuiscono a diffondere luso di Internet. La diffusione di questo sistema operativo ha avuto una crescita esponenziale solo nel 1998 uno studio di Idc stimava la base di utenti di Linux intorno a 7-10 milioni, con una crescita pari al 200%, e una percentuale di installazioni nel mondo dei server pari al 17%. Oggi, secondo stime non ufficiali, Linux sarebbe adottato da circa 15 milioni di utenti (fonte The Linux Counter, counter.li.org). A tuttoggi il numero di programmatori sparsi per il mondo che collabora allo sviluppo di Linux è superiore a trecento. Ormai Linux, il cui kernel è giunto alla versione 2.2 (con la versione 2.4 prossima al rilascio), è presente in una quantità di dispositivi, come computer palmari, sistemi embedded, router, firewall, sistemi di storage e sistemi desktop e server aziendali. Sono nate moltissime aziende che offrono servizi basati su questo sistema operativo e anche grandi operatori tradizionali, come Ibm, HP, Dell, Sun o Corel offrono sia prodotti basati su Linux, sia supporto tecnico su questo sistema operativo. Le prospettive di crescita, sebbene vi sia un rallentamento del tasso di crescita, sono rosee secondo gli analisti del Gartner Group, entro il 2005 Linux sarà uno dei tre principali sistemi operativi in ambito server.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore