Linux compie vent’anni

ManagementMarketingMobile OsMobilitySistemi OperativiWorkspace
Linux Foundation fotografa lo stato del Software libero e open source

Il presidente della Linux Foundation Jim Zemelin ha detto: “Il prossimo Steve Jobs probabilmente userà Linux”. Il fenomeno Linux in cifre

Jim Zemlin, direttore esecutivo della Linux Foundation, ha aperto il Summit 2011 della Linux Foundation Collaboration ricordano i vent’anni del Pinguino: il kernel di GNU/Linux compie vent’anni.  “Vent’anni dopo che Linus Torvalds ha sviluppato il kernel del suo famoso sistema operativo, la battaglia tra Linux e Microsoft è finita e Linux ha vinto“ ha esordito Jim Zemelin. “Con l’unica eccezione dei computer desktop – continua Zemelin – Linux ha superato Microsoft in quasi tutti i mercati, compresi i server e il mobile“ ha continuato Zemlin: “Penso che non ci interessi più (Microsoft, ndr) – conclude -. E’ stato il nostro grande rivale, ma adesso sarebbe come sparare sulla Croce Rossa”.

Del resto, è evidente che da Android a Amazon Kindle, passando per Maemo, la maggior parte dei dispositivi mobili in circolazione gira su software basati su Linux, così come i maggiori siti del web e la maggior parte dei supercomputer: dunque, la comunità del Free Software può dare addio all’ossessione di Microsoft.

Ecco i numeri del Pinguino. Linux gira su tutto, dai sistemi di controllo del traffico aereo all’infotainment fino ai sottomarini nucleari. Linux equipaggia il super collider del CERN da 10 miliardi di dollari, gli effetti speciali di Avatar. I mercati azionari usano Linux per il “72% degli scambi azionari del 2010” (e i dati si riferiscono a prima che Linux “motorizzasse” anche la Borsa di Londra, il London Stock Exchange).Inoltre in dieci anni di supercomputing, i supercomputer Top 500 sono passati dal 96% di Unix al 96% di Linux.

Anche Wall Street vede in Linux il futuro: mentre il titolo di Microsoft è rimasto pressocché uguale, negli ultimi 10 anni il titolo del vendor Linux Red Hat è cresciuto del 400%. Amazon Kindle, che è un dispositivo Android Linux, domina il mercato degli e-book reader. Poiché l’open source aiuta le aziende a controllare il proprio destino, Linux e l’open source avranno un ruolo crescente da giocare nel mercato smartphone e tablet. Infine Zemlin ha concluso: “Il prossimo Steve Jobs probabilmente userà Linux“.

Gnu/Linux compie 20 anni
Gnu/Linux compie 20 anni
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore