Linux contro il digital divide

Workspace

Notebook equipaggiati con Gnu/Linux a meno di 100 dollari

Il sogno di Negroponte del MIT Media Lab di combattere il digital divide con computer a basso costo si sta avverando. Dopo il Simputer dell’indiana Encore Software con software Gnu/Linux, arriva il laptop che promette di portare il computer anche in zone emarginate. I computer portatili da 100 dollari potranno ricaricarsi con fonti alternative all’elettricità, non raggiungibile nei luoghi più remoti del pianeta. Dotato di accesso wireless e per telefonia mobile, il computer portatile del MIT Media Lab avrà porte Usb per le periferiche (stampanti innanzitutto). Con un processore da 500 MHz, 1 Gbyte di memoria e un display Xvga, dovrà essere un laptop comune e popolare come le matite. Ma nel digital divide ci sono scuole nelle aree più povere del mondo dove non si trovano neanche le più comuni matite per scrivere. Le prime unità di laptop da 100 dollarti verranno comuynque distribuite dal 2007, o alla fine dell’anno prossimo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore