Linux contro l’accordo Microsoft-Novell

Workspace

Il Pinguino è sul piede di guerra contro lo storico accordo fra ex nemici

Le recenti parole di Ballmer, Ceo di Microsoft, che vanta crediti e brevetti violati dal mondo del Software libero e open source, non hanno certo contribuito a raffreddare le polemiche da parte dei sostenitori di Gnu/Linux contro l’accordo tra Microsoft e Novell. A dire il vero a stemperare gli animi ci ha provato Novell rifiutando le accuse di violazione di brevetto mosse da Ballmer contro il software libero. Ma ai sostenitori di Gnu/Linux ciò che proprio non va giù è la violazione della licenza Gpl, che rifiuta il il concetto di pagamento per il software libero (il supporto è tutta un’altra cosa), la cui General Public Licence impone il rilascio gratuito, copiabile e modificabile dei codici sorgenti, e soprattutto sotto Gpl. Inoltre l’accordo è uno sgambetto a Red Hat e a tutti i distributori di Linux che non sono finiti sotto l’ombrello protettivo di Microsoft. Novell si impegna a ?comprarsi? da Microsoft la garanzia che la società non muova causa ai clienti di SuSe Linux e di Novell per violazione di brevetto.Ma a violare la licenza non è Gnu/Linux, quanto forse l’accordo Microsoft-Novell.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore