Linux e Asia: il Pinguino dagli occhi a mandorla

Workspace

Numerosi sono i progetti per installare sui pc orientali le varie distribuzioni di Linux.

SINGAPORE. Anche gli Stati asiatici oggi sono pronti a migrare i propri sistemi operativi sulle sponde dell’isola dell’open source. Numerosi sono i progetti per installare sui pc dagli occhi a mandorla le varie distribuzioni di Linux. Già in marzo scorso Tailandia, Cambogia, Laos, Myanmar e Vietnam hanno introdotto programmi governativi per diffondere le installazioni Linux, al fine di ridurre i costi del software di Microsoft. Ora anche Cina, Sud Corea e Giappone si stanno dirigendo prepotentemente verso il software open source. Già nel 2003 i server asiatici su cui era installato Linux erano il dieci per cento del totale. Per il 2008 questo numero dovrebbe crescere esponenzialmente, secondo la società di ricerche International Data Corp.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore