Linux e Minix: molto rumore per nulla

Workspace

Torvalds, inventore di Linux, è accusato di aver copiato da Minix, ma l’inventore di quest’ultimo smentisce. C’è chi sospetta un intervento di
Microsoft.

E’ polemica per la pubblicazione di uno studio della Alexis de Tocqueville Institution, in cui si afferma che Linux non sia altro che un clone del preesistente sistema Minix. In questo caso Linus Torvalds, inventore di Linux, non avrebbe fatto altro che rubare i codici inventati da Andrew Tanenbaum, il padre di Minix. Secondo il rapporto, stilato da 14 studiosi che lavorano nella Alexis de Tocqueville, sarebbe quanto meno strano che Torvalds, all’epoca semplice studente d’informatica, sia riuscito a inventare Linux, quando Tanenbaum dell’Università di Amsterdam impiegò tre anni per dare alla luce Minix. Illazione, però, smentita da quella che dovrebbe essere la parte lesa, lo stesso Tanenbaum che, in un’intervista, afferma che il codice di Linux appartiene solamente al suo inventore. E’ a questo punto che le malelingue ricordano che la Alexis de Tocqueville è una istituzione finanziata da Microsoft e che alla stessa Microsoft dà molto fastidio un sistema open source come Linux. Da qui a immaginare un colpo basso la via è breve. Anche se i 14 saggi affermano la loro più assoluta indipendenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore