LinuxWorld svela Project Portland

Workspace

L’iniziativa fa da ponte tra le due interfacce grafiche più utilizzate con Linux

Al LinuxWorld di Boston sono numerosi gli annunci e le novità: segnaliamo che One Laptop Per Child ha scelto Linux, ma in una versione più snella; Dell ha affermato che supporterà Solaris solo se diventerà uno standard; inoltre Intel e Red Hat apriranno 17 centri di sviluppo dove clienti e partner potranno assicurare i loro software e hardware da far girare su Linux, in presenza di virtualizzazione. Ma la novità più hot presentata ieri all’edizione 2006 di LinuxWorld è Project Portland: l’iniziativa fa da ponte tra le due interfacce grafiche più utilizzate, ma in competizione, con Linux, ovvero Kde e Gnome. OSDL e altri gruppi Freedesktop.org hanno svelato i primi tool di Project Portland (in beta a maggio e in versione ufficiale a giugno), per semplificare il lavoro agli sviluppatori che lavorano su entrambe le interfacce grafiche.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore