L’ira delle etichette inglesi contro Allofmp3.com

CyberwarSicurezza

Il British Phonographic Institute porta il sito russo, zar della violazione
del copyright, in tribunale

La violazione del copyright di Allofmp3.com finisce alla sbarra. Il British Phonographic Institute (Bpi) sta preparando causa contro Allofmp3.com. La causa verrà dibattuta all’Alta Corte di Londra. Il sito Web russo vende musica, coperta dal diritto d’autore, a prezzi irrisori, affermando di non violare il copyright, ma di pagare il corrispettivo delle licenze alla Russian Multimedia and Internet Society. Ma secondo Bpi l’istituto russo non è ufficialmente riconosciuto e i detentori inglesi del diritto d’autore non hanno ricevuto i compensi. Quindi Bpi considera l’intera organizzazione illegale e Allofmp3.com è sotto inchiesta anche in Russia. Adesso l’Alta Corte ha dato l’ok all’avvio di una causa contro AllofMP3 e la società Media Services davanti ad un tribunale britannico.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore