L’ironia di Bill Gates contro il notebook a manovella

LaptopMobility

Il laptop del Mit da cento dollari è stato irriso dal presidente di Microsoft: ma la filantropia non era il suo forte?

Il notebook da cento dollari, nato dal progetto del Mit e di Negroponte in funzione anti digital divide e destinato ai paesi in via di sviluppo, non raccoglie il favore dei colossi IT. Prima Intel ebbe da ridire, adesso si aggiunge l’irrisione di Bill Gates. Il presidente di Microsoft ha parlato male e sbeffeggiato One laptop per Child, affermando: “Credo che l’ultima cosa che un utente desideri è stare seduto davanti a un computer con uno schermo minuscolo, cercando di farlo funzionare mentre tenta di battere qualcosa sulla tastiera”. Forse l’acredine di Bill Gates si esprime con due nomi: Linux e Google, gli acerrimi rivali che partecipano al progetto di Negroponte. Le parole di Bill Gates, la cui filantropia è nota, hanno suscitato imbarazzo e ironia in coloro che invece appoggiano il coraggioso progetto per dotare tutti i bimbi di paesi emergenti di un computer, anche se senza pretese.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore