L’Istituto Luce si guarda su YouTube

AziendeMarketing
QUIZ: Quanto conosci YouTube? @ shutterstock

Un quarantennio di patrimonio audiovisivo dell’Archivio Storico del Luce sarà accessibile online, grazie all’accordo fra Google e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali Istituto Luce Cinecittà

Il canale YouTube apre all’Istituto Luce. Dopo gli Uffizi, Pompei e la Roma antica in 3D sul sito d’arte di Google e l’accordo fra Google Italia e le Biblioteche Nazionali di Roma e Firenze, un altro pezzo del patrimonio artistico italiano va in Rete grazie ad un accordo con il motore di ricerca di Mountain View.  Google e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali Istituto Luce Cinecittà hanno siglato un’intesa per rendere disponibile su Internet un quarantennio di patrimonio audiovisivo dell’Archivio Storico del Luce.

Quarant’anni di video illustrano non solo la storia del nostro Paese ma anche l’evoluzione dei costumi, della tecnologia, dell’arte, del cinema e della politica della società italiana.

Sul canale di YouTube potremo vedere gli storici Cinegiornali Luce (1927-1945), che illustrano l’Italia fascista fino alla Guerra, e Settimana Incom (1946-1964), con ila ricostruzione e il boom economico; ma YouTube apre anche a materiali provenienti da altri archivi digitalizzati e perfettamente conservati. L’Istituto Luce è candidato a far parte del registro Unesco ”Memoria del Mondo”. Per tutelare il materiale dalla pirateria, l’Istituto Luce si avvale di ContentID, una tecnologia gratuita di identificazione audio e video per proteggere il diritto d’autore su YouTube contro la pirateria.

L'Istituto Luce su YouTube @ shutterstock
L'Istituto Luce su YouTube
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore