L’IT alle Olimpiadi 2012 di Londra

AziendeCloudMarketingMercati e FinanzaWorkspace
L'IT alle Olimpiadi 2012 a Londra

Le Olimpiadi 2012 di Londra saranno l’ccasione per testare su larga scala non solo il cloud computing, ma anche il Mobile computing, la gestione delle reti intelligenti e l’analisi dei big data

Le Olimpiadi e le Paraolimpiadi 2012 si terranbno a Londra. E il mondo hi-tech ferve per usare questi eventi sportivi per spingere l’IT in Gran Bretagna. Per il Cloud computing sarà il proimo grande test su scala globale, con i maggiori servizi  critici sulla nuvola. Ma i giochi olimpici saranno anche la grande occasione per far conoscere al grande pubblico i vantaggi di altri servizi IT: mobile computing, intelligent network management e l’analisi dei big data.

Ecco i numeri della manifestazione sportiva che viene organizzata ogni quattro anni: costi per 9.3 miliardi di sterline; 10 milioni di biglietti venduti; una forza lavoro di 200.000 persone a gestire l’evento agonistico; Londra per 29 giorni sarà al centro del mondo; 4 miliardi di persone sono gli spettatori delle Olimpiadi.

Partner IT dell’evento sono: Asos, BT, Acer, Panasonic, Cisco e Samsung. Il CTO di Cisco, Ian Foddering, ritiene che la cloud sdia stata una scelta felice, in quanto ha il beneficio di adattare rapidamente l’infrastruttura utility a una grande richiesta di applicazioni, visto che si passerà da poche migliaia persone dello staff alle dimensioni di un colosso  FTSE 100, in un breve lasso di tempo. Cisco fornirà network routing e switching, sicurezza e firewall per supportare il comitato olimpico Locog, ma anche la gestione email,accesso Wi-Fi e telefonia IP (Voip).

Le Olimpiadi stanno costringendo il governo inglese ad aumentare gli hotspot pubblici, portano il WiFi su treni e metro. Il big data analytics dovrà gestire dati di varia natura: dalle minacce di sicurezza, integrando ed analizzando differenti tipi di dati da molteplici risorse, come i segnali GPS e i social network; ma anche i trasporti all’interno ed all’esterno dell’ area cittadina. Infine, quando le Olimpiadi saranno finite, il governo di Cameron vuole trasformare l’East End di Londra in una rivale della Silicon Valley. L’Olympic Park Press e i Broadcast Centres saranno trasformati in ‘accelerator space’ per offrire nuove possibilità alle start-up britanniche. Per l’IT le Olimpiad 2012 saranno, ancora una volta (come già in Cina, e ai giochi olimpici invernali di Vancouver e Torino), un importante banco di prova per innovare.

L'IT alle Olimpiadi 2012 a Londra
L'IT delle Olimpiadi 2012 a Londra
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore