L’It nell’azienda manifatturiera

Workspace

Una ricerca condotta da Jmac Europe e Oracle fa il punto su come le imprese
manifatturiere affrontano la loro attività

Adozione di soluzioni informatiche per la produzione e per la programmazione della capacità produttiva, utilizzo della Lean production e del Just in Time, accelerazioni dei ritmi della pianificazione della produzione da mensile a settimanale; ma soprattutto un differente modo di concepire le Operations in Italia rispetto ad altri paesi e soprattutto rispetto al Giappone. E’ quanto emerge dal Monodzukuri Global Survey, la ricerca presentata al Politecnico di Milano e realizzata da Jmac Europe, società di consulenza manageriale, dal Dipartimento di ingegneria gestionale del Politecnico di Milano e da Oracle. Lo studio si propone di tracciare le esperienze più significative e le tendenze di cambiamento in atto nell’ambito delle Operations delle imprese manifatturiere. L’osservatorio Monodzukuri, che in giapponese significa ?realizzare cose?, intende monitorare tutto ciò che caratterizza il sistema delle Operations: dagli approvvigionamenti fino al collegamento con le attività di sviluppo prodotti e progettazione, specie per quanto riguarda le aree di innovazione. Per l’indagine sono state coinvolte in Italia 47 aziende medie e grandi, principalmente dei settori meccanico, elettrico, automobilistico e alimentare. Nel nostro paese, a differenza di altri, con il termine Operations si intendono solo le attività strettamente legate alla produzione e alla logistica. E questo comporta, secondo lo studio, una maggiore difficoltà da parte delle imprese a integrare efficacemente i processi di innovazione con quelli di produzione, con conseguenti gap in termini di tempo e di costi. Un altro aspetto importante è l’accelerazione dei ritmi della pianificazione della produzione, che da cadenza mensile tende ad essere settimanale. Il 42% delle aziende tre anni fa utilizzava una schedulazione mensile, percentuale che oggi è scesa al 30% e che, fra tre anni, scenderà al 16%. Il 64% delle aziende fra tre anni si baserà su una pianificazione settimanale, se non inferiore. Gli intervistati hanno risposto che, nel breve termine, le principali criticità diventeranno il controllo dei costi, 68%, il controllo della qualità 52% e la R &S 42%. Ognuno ha potuto evidenziare più voci. L’It, sottolinea la ricerca, gioca un ruolo fondamentale nelle iniziative di ammodernamento e sviluppo dei processi produttivi aziendali. Alla domanda su quali sono i fattori più importanti per i programmi di miglioramento, le aziende italiane hanno risposto: l’adozione di soluzioni informatiche per la gestione della produzione (60%) e per la programmazione della capacità produttiva (56%), precedute della Lean Production (74%) e del Just in Time (62%).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore