L’IT ridefinisce lo spazio di lavoro

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Adecco e Inside Training: Pico Academy aiuta a trovare il primo lavoro

Collaboration e comunicazioni unificate cambiano l’ufficio. Vediamo in che modo. I risultati di uno studio di Osservatori.net della School of management del Politecnico di Milano

L’edizione 2010 del  Rapporto Unified Communication & Collaboration: se la tecnologia cambia lo spazio di lavoro“, che ha coinvolto 127 manager ICT attraverso una survey e casi di studio, si è posta i seguenti obiettivi: rappresentare un punto di riferimento per sviluppare una cultura della comunicazione e collaborazione unificata; valutare pro e contro dell’adozione delle soluzioni di Unified Communication & Collaboration nelle aziende; monitorare lo stato di adozione delle soluzioni di Unified Communication & Collaboration e i corrispondenti livelli di investimento.

Nel 2010 la crisi nel mercato Ict era ancora evidente, mentre in controtendenza crescevano gli investimenti in Unified Communication & Collaboration. Dalla ricerca di Osservatori.net della School of management del Politecnico di Milano emerge che il 98% dei Cio interessati ha un’iniziativa UC&C in azienda, per un valore medio di 225 mila euro nel 2010.

Le tre dimensioni da prendere in esame sono: le infrastrutture abilitanti (a partire dal Voip); i servizi applicativi (instant messaging, tele presenza, video e Web conference eccetera); multicanalità di accesso (Mobile smartphone/tablet, netbook, notebook).

Al 22% il livello di maturità raggiunto nell’Unified Communication & Collaboration è embrionale; nel 27% focalizzato; nel 31% composito; e nel 20% completo. Inoltre il mercato dell’offerta sposa i nuovi paradigmi “as a service”: crescono l’on premise e l’on demand.

Conclude il Rapporto: oggi la sfida dell’Unified Communication & Collaboration è far comprendere le opportunità offerte per andare incontro a una generazione “crtesciuta con Internet”, che crede nella flessibilità e cerca sul lavoro le modalità di interazione e comunicazione della vita privata. Del resto, flessibilità, apertura e velocità di decisione sono le “doti” delle aziende più vitali nel mercato globalizzato. Il vantaggio competitivo delle Pmi arriva anche dall’Unified Communication & Collaboration e da come cambia lo spazio di lavoro.

Leggi anche eWeek Europe: Microsoft trasloca in un campus innovativo

Come le Unified communication & collaboration cambiano lo spazio di lavoro
Come le Unified communication & collaboration cambiano lo spazio di lavoro
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore