L’Italia è il secondo mercato UE nella robotica

AziendeStart Up
Industria 4.0, incentivi fiscali per 13 miliardi di euro
2 11 Non ci sono commenti

L’Italia si piazza al secondo posto in Europa – fra i primi dieci Paesi al mondo – nella robotica. Nel nostro Paese ci sono 155 robot ogni 10 mila addetti umani

Sono numerose le classifiche in cui l’Italia arranca (per la banda ultra larga, nel mercato Ict eccetera), tuttavia il Paese si piazza al secondo posto in Europa nella robotica. In Italia ci sono 155 robot ogni 10 mila addetti umani. L’Italia è fra i primi dieci Paesi al mondo. Esiste perfino un robot pizzaiolo, RoDyMan, progettato dall’Università di Napoli Federico II, in grado di fare la pizza e a infornarla, mentre Tomm è in grado di smistare le arance e di riconoscere quelle da scartare.

L'Italia è il secondo mercato UE nella robotica
L’Italia è il secondo mercato UE nella robotica

Sono i dati che emergono dal Robot Forum Parma, dedicato alla robotica nell’industria 4.0, per mostrare il “vantaggio incalcolabile per le pmi del manifatturiero“, con fabbriche sempre più smart che devono produrre per mercati sempre più competitivi. Al forum sulla robotica in Emilia-Romagna, vengono presentate le innovazioni in ambito di manipolazione e controllo, sensori e percezione, per ottimizzare l’interazione uomo-robot sia sotto il profilo cognitivo che di quello fisico.

Il Forum vuole anche sfatare l’equazione robotica uguale disoccupazione. Da una ricerca commissionata dall’International Federation of Robotics (Ifr), infatti, si aggireranno tra i 10 e i 14 milioni i posti di lavoro generati dai robot a livello globale nel 2020.

I robot stanno imparando a manipolare oggetti morbidi che modificano la forma, e ciò amplia a dismisura le possibilità di utilizzo prima inimmaginabili.

Per inserirsi in fabbrica, non il robot del futuro deve acquisire capacità più sofisticate: capacità di manipolazione, visione, comprensione dell’ambiente circostante pari a quelle umane, così da poter inserire viti, montare / smontare, incastrare componenti, scegliere cosa afferrare da cassoni, in poche parole: capire ed agire in autonomia, anche nelle operazioni più semplici. La Realtà Aumentata (AR) viene utilizzata all’Università di Pisa per aumentare l’efficienza nel montaggio.

Tomm è frutto del progetto olandese Factory in a Day, realizzato con l’obiettivo di sostenere le Pmi: infatti i sistemi robotici sono creati con pezzi personalizzati stampati in 3D, implementabili in poche ore a costi ridotti.
Interessante è anche il progetto Four-by-Three, coordinato da Iñaki Maurtua della fondazione iberica Tekniker: crea robot on demand in modo da adattarsi ai propri scopi.

– Conoscete il mondo dei droni e robot? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore