L’Italia sul Web è un paese dimezzato

Workspace

Il .it piace agli italiani, ma solo poco più della metà naviga in Rete: la maggior parte sono uomini e professionisti. Avanzano le Pmi e i giovani più istruiti

La cyber-Italia assomiglia al visconte dimezzato di Italo Calvino: solo il 52,6% degli italiani è online. Anche l’ultima ricerca di Pragma per conto dell’Istituto di Informatica e Telematica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Iit-Cnr), l’Italia online si ferma a poco più della metà: di questi cyber-navigatori, la maggior parte sono uomini, professionisti (politici, docenti universitari e giornalisti), ma avanzano Pmi e giovani scolarizzati.

Tra le aziende, il 66,8% utilizza Internet; la percentuale balza al 93% per le aziende con più di cinque impiegati. Tra i domini, il .it piace (è noto al 99% degli intervistati), invece non decolla la posta elettronica personalizzata (la usa solo metà delle aziende e soltanto l’1,4% degli italiani).

Leggi: Nielsen: Niente Web per un italiano su due

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore