L’Iva al 4% per gli e-book potrebbe essere estesa alle copie digitali dei giornali

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobilityWorkspace
Il governo potrebbe estendere il regime dell'IVA al 4% sui giornali per tablet
0 0 Non ci sono commenti

La Legge in discussione al Senato potrebbe estendere il regime dell’IVA al 4% sui giornali per tablet

I lettori, che sempre più spesso acquistano il quotidiano nella versione digitale per tablet, oggi pagano l’Iva al 22%. Ma la Legge in discussione al Senato vuole estendere la riduzione dell’Iva al 4% per gli e-book, anche alle copie digitali dei giornali. Si tratterebbe di una misura quasi ininfluente per le casse dell’Erario, ma che darebbe una spinta ai giornali in formato app per tablet. Il regime del 4% anche per le copie digitali vendute dagli editori dei giornali, verrebbe vista come una spinta alla digitalizzazione, in un Paese dove tre cittadini su dieci non hanno mai navigati in Rete.

Secondo Audiweb, su 21,2 milioni di utenti che in media si connettono al Web in un giorno, circa 15 milioni accedono da smartphone, grazie ai 45 milioni di smartphone e ai 12 milioni di tablet in possesso degli italiani.

Il governo potrebbe estendere il regime dell'IVA al 4% sui giornali per tablet
Il governo potrebbe estendere il regime dell’IVA al 4% sui giornali per tablet

I mercati Internet si sfiorano i 16 miliardi di euro, in crescita del 15% rispetto al 2013. I dati dell’Osservatorio del Politecnico di Milano, presentati a Smau 2014, fotografano i mercati Internet, che valgono precisamente 15,7 miliardi. L’88% del valore dei mercati Internet consumer è associato a Pc e tablet (in crescita del 10% nel 2014), ma è la componente smartphone a mettere a segno un balzo del 73%, trainato dal raddoppio delle vendite di prodotti e servizi non digitali (Mobile Commerce o m-commerce).

La spesa dei consumatori per acquistare contenuti e servizi Internet a pagamento, complessivamente in crescita dell’11% rispetto al 2013, rappresenta il 12% del valore dei mercati Internet – pari quasi 2 miliardi di Euro (Iva esclusa). Due terzi del mercato dei Contenuti e servizi Internet sono legati ai canali Pc/Tablet; poco meno di un terzo allo Smartphone; ancora poco significativo (2% circa) il peso delle Internet Tv, anche se ferve l’attesa per la crescita dell’offerta e il possibile ingresso dei grandi player Over the Top. I contenuti e servizi Internet fruiti su Pc/Tablet crescono del 7%, per un valore complessivo di circa 1,3 miliardi di euro. Infine i contenuti Internet su Mobile s’impennano di circa il 20%, pari a 630 milioni di euro. A trainare è la continua ascesa delle Applicazioni, con un valore più alto del 40% rispetto al 2013.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore