Lo scandalo Hp si estende agli impiegati

Autorità e normativeSorveglianza

Adesso anche il Congresso chiede un’audizione che complica il caso delle
intercettazioni telefoniche di Hewlett-Packard

Come una macchia d’olio si allarga lo scandalo delle intercettazioni scoppiato in HP: dopo aver scalzato il presidente, ora raggiunge gli impiegati e il Congresso ha chiesto un’audizione speciale. L’attuale chairman di Hewlett Packard Patricia Dunn ha affermato che lascerà l’incarico il 18 gennaio 2007. Ma Patricia Dunn ha anche sostenuto che le tecniche di Pretexting usate sui giornalisti, per carpire informazioni sulla talpa ai tempi dell’uscita dell’ex Ceo Carly Fiorina, sono state utilizzate anche sue due impiegati. Il giudice californiano Bill Lockyer prenderà presto decisioni in merito alla vicenda delle intercettazioni illegali. Ma non finisce qui: il Congresso ha in progetto di chiedere un’audizione speciale. Il caso di HP si complica.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore