Lo scorporo di Tim finisce in Procura

Aziende

Non ci sono indagati, ma un fascicolo è stato aperto dalla Procura di Roma
sull’ipotesi di scorporo da Telecom Italia

Lo scorporo di Tim diventa una saga a puntate. Dopo la bufera, le dimissioni irrevocabili di Marco Tronchetti Provera e l’arrivo del neo Presidente Rossi, lo scorporo di Tim finisce sotto la lente della Procura di Roma, che ha aperto u n fascicolo, per ora senza indagati. Il fascicolo non contiene neanche ipotesi di reato. Nel frattempo, per il futuro di Tim, il Financial Times si sbilancia: ipotizza una “soluzione all’italiana”. Secondo il quotidiano finanziario, eventuali acquirenti di Tim (valutata 35 miliardi di euro) potrebbero affrontare “un’ostilità politica”, in quanto lo stato ha ancora la golden share in Telecom Italia. Ma tutto è ancora in divenire.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore