Lo spyware Winny è sempre più ‘giallo’

Sicurezza

Torna a colpire il programma di condivisione Winny che ha già dato numerosi grattacapi al governo del Sol Levante

Il nome è Winny e il suo autore è sotto processo da due anni. Si tratta di un software realizzato in Giappone e finalizzato alla condivisione di risorse informatiche ma che in realtà sembra in grado di rubare dati ed informazioni riservate dai Pc ove è installato per fargli poi diventare di pubblico dominio. Il software è stato realizzato verso la fine degli anni novanta da un giovane professore di informatica di nome Isamu Kaneko. Ultimamente sembra che Winny abbia colpito ancora. Infatti il pericoloso programma informatico ha diffuso informazioni segrete sulla base aerea Usa di Misawa. Secondo il quotidiano ‘Mainichi’, l’ultima fuga riguarda un elenco di enti e persone in contatto con la base Usa. La sua divulgazione potrebbe consentire di impossessarsi di queste identita’ per sottrarre informazioni militari. Winny si introduce surrettiziamente nella memoria dei computer su cui viene scaricato e ne carpisce i dati piu’ riservati. Già un paio d’anni fa il Giappone saggiò la pericolosità di Winny, quanto alcune grosse industrie nazionali e persino l’Ente nazionale di Difesa (che però ha ridimensionato l’entità dei furti di dati subiti) furono vittime di fughe di notizie riservate. Anche lo scorso anno il governo aveva attivato una campagna di informaizone e sensibilizzazione pubblica contro il software, in particolare aveva diffidato tutti i dipendenti pubblici dall’installare ed utilizzare Winny sui propri computer di ufficio, in tal senso era intervenuto anche il Capo della segreteria di governo Shinzo Abe.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore