Lo standard aperto salta sui dispositivi digitali

AccessoriWorkspace

Per contrastare la pirateria e rilanciare le vendite di soluzioni digitali, quattro top vendor di elettronica da consumo puntano sull’open standard

Samsung, Sony, Panasonic di Matsushita Electric Industrial e Philips puntano sulle funzionalità antipirateria e su standard comuni per rilanciare le vendite di player e dispositivi digitali. La protezione dei video e della musica dalla duplicazione illecita, insieme al rilancio dell’elettronica di consumo, passerà da standard comuni open. Lo standard aperto, favorita dall ‘iniziativa comune Marlin JDA, promette infatti una futura interoperabilità fra programmi antipirateria. Oggi non esiste nulla di tutto ciò. Inoltre l’assenza di interoperabilità di fatto è un freno al mercato dell’intrattenimento digitale. Ma dal 2006 l’iniziativa Marlin JDA, di cui fa parte anche la piccola Intertrust Technologies specializzata in antipirateria, fornirà soluzioni comuni, i Drm Marlin. Il software di gestione dei diritti digital si baserà su standard aperti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore