Lo streaming soppianterà il download musicale

AccessoriWorkspace

La profezia è di Virgin che insieme al turismo spaziale si lancia nell’avventura della musica online

Sir Richard Branson non è solo un eccentrico, ma è soprattutto un uomo d’affari capace di cogliere i segnali e trasformali in business. Se fa più notizia il suo interesse verso il turismo di massa nello spazio, è originale in realtà anche il debutto di Virgin nell’agone, affollato ma strategico, della musica online. Il Virgin Megastore virtuale si chiama Virgin Digital e sarà specializzata nella musica in abbonamento flat , come per altro ha fatto il redivivo Napster, ex Roxio. All’url www.virgindigital.com è possibile acquistare i brani musicali al prezzo di 99 centesimi di dollaro, ma è anche consentito abbonarsi a una cifra forfaittaria (pari a 7,99 dollari mensili). Oltre al download, è inoltre possibile ascoltare la radio e amministrare dispositivi portatili; rifornito di un milione di brani, il servizio di download di Virgin consente di riprodurre, masterizzare e scaricare musica su numerosi player portatili. iTunes, Msn Music, Yahoo! sono avvisati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore