Lo sviluppatore di Kinect lascia Microsoft

AziendeManagementMarketingNomine

Johnny Chung Lee passa da Microsoft a Google, mentre Brad Brooks va a Juniper Networks. Un altro addio al colosso di Redmond

Dopo Bob Muglia e Ray Ozzie, un altro talento lascia Microsoft. Questa volta si tratta dello sviluppatore di Kinect, la periferiche che dovrebbe salvare la trimestrale di Microsoft, grazie a 8 milioni di Kinect vendute in poche settimane. Johnny Chung Lee ha scritto sul suo blog: “ultimamente, ho lasciato Microsoft per unirmi ad un team di progettisti interno a Google dopo più di due anni e mezzo passati come core contributor agli algoritmi di rilevazione umana di Kinect, è stata una scelta molto difficile da prendere e ho lasciato molti grandi collaboratori a Redmond“.

Anche Brad Brooks, Corporate Vice President del Consumer Marketing per Windows, è passato a Juniper Networks. Come Lauren Cooney, Microsoft Group Product Manager for Web Platform. Lo riporta Mary Jo Foley.

Bob Muglia si è dimesso aprendo la successione alla guida dei server Microsoft (STB – Server & Tools Business). Si tratta di un’eredità importante in un momento delicato per Microsoft, in cui il colosso di Redmond non ha brillato al Ces di Las Vegas (il keynote del Ceo Steve Ballmer è stato giudicato sottotono dagli analisti). L’addio di Muglia arriva dopo quello di Ray Ozzie, l’ex successore di Bill Gates, di Kevin Johnson (piattaforme e servizi), Chris Liddell (Cfo), Robbie Bach (a capo della divisione phone e giochi), Stephen Elop (Office, diventato Ceo di Nokia).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore