Logitech Harmony 885

Workspace

Un telecomando versatile ed elegante con un grande display multifunzione

La soluzione Logitech per risolvere il problema dei numerosi telecomandi che popolano il salotto è la serie Harmony di terminali programmabili. L’885 è posizionato abbastanza in alto nella gamma e rappresenta un punto di compromesso tra prezzo, pur in assoluto elevato, e caratteristiche. Il design è molto curato e la costruzione più che discreta, anche se manca forse qualcosa al feeling dei tasti e alla piacevolezza dei materiali. Ma sono dettagli e l’ergonomia è molto curata: l’impugnatura è ottima e la robustezza elevata. A riposo l’885 sta nella sua base di ricarica, che in assenza del telecomando si illumina piacevolmente per trovarla al buio. Una volta sollevato, l’885 si accende in un caleidoscopio di colori, con il display grafico suddiviso in otto sezioni che corrispondono ad altrettante attività da avviare con i tasti mascherati dalla cornice dello schermo stesso. L’utilizzo e la configurazione del dispositivo sono scanditi dalle procedure guidate. L’885 si collega al Pc ed è necessario registrarsi al servizio online di Logitech per usare il software di configurazione. La procedura prevede che l’utente risponda a una serie di domande sui nomi degli apparecchi da controllare, la loro disposizione e altre preferenze. Il sistema usa una banca dati costantemente aggiornata con decine di migliaia di apparecchi, tanto che è davvero difficile trovare un prodotto non compreso nella lista. Nel caso è comunque anche possibile servirsi del ricevitore a infrarossi sul retro del Logitech per ?clonare? i segnali del telecomando originale da sostituire. Il sistema definisce anche delle attività da richiamare con un solo tasto e individuate da icone sul display, come ?Guardare un Dvd? o ?Ascoltare la radio?. Anche durante l’uso il telecomando può indicare sul display procedure per ottenere risultati specifici. Tutto bene insomma se non fosse che gli utenti più smaliziati troveranno l’eccesso di procedure e indicazioni piuttosto ridondante.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore