L’ombra della pirateria software su Sony Bmg

CyberwarSicurezza

L’etichetta discografica, celebre per il Drm antipirateria, è accusata di violazione di copyright e uso illegale di software

Chi di Drm ferisce, di pirateria perisce: l’inedito proverbio potrebbe accompagnare la parabola di Sony Bmg,

colpita dall’accusa di pirateria. Sony Bmg, l’etichetta discografica nota per il fiasco del sistema anti pirateria (il Drm era infetto da rootkit), finisce nelle maglie della copia illegale.

Ora l’anti pirateria prende di mira proprio Sony Bmg, accusata di violazione di copyright e uso illegale di software. Sony Bmg passa dal ruolo di accusatore

ad imputato: PointDev, piccola “software house” francese, punta il dito contro la Major discografica accusata di aver utilizzato alcuni suoi prodotti con una licenza contraffatta.

Un’inspezione avrebbe trovato software non originali, ma copiati illegalmente sui dispositivi del Big della musica. Sony Bmg dovrà risarcire la ditta francese per 300.000 euro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore