L’Onu sponsorizza le videoconferenze contro l’inquinamento aereo

MarketingNetworkProvider e servizi Internet

Attraverso il Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP), l’Onu chiede di utilizzare di più videoconferenze e nuove tecnologie per ridurre le emissioni di CO2

La sola Banca Mondiale percorre ogni giorno in volo 1,3 milioni Km (500 in un anno) pari a 34 volte il giro del mondo. Partendo da questi dati l’Onu ha redatto una guida al viaggio eco-sostenibile. Attraverso il Sustainable United Nations (SUN) del Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP), l’Onu chiede di utilizzare di più videoconferenze e nuove tecnologie per ridurre le emissioni di CO2.

A volte il viaggio è necessario, ma altre volte basta una videoconferenza in alta definizione.

Il traffico aereo è causa dell’immissione quotidiana nell’ambiente di 344.109 tonnellate di CO2. Il mercato della collaboration è un mercato da 34 miliardi di dollari. Anche con meno voli, il mondo sarebbe comunque tutto interconnesso: grazie a Internet, videoconferenze, collaboration, comunicazioni unificate e Voip low-cost.

In caso di viaggio obbligatorio, si possono privilegiare le compagnie dotate di flotte con consumi ed emissioni inferiori; ed è possibile pianificare spostamenti con scali ridotti al minimo per tagliare le emissioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore