L’Open source chiama Google a maggior condivisione

Workspace

I principali motori di ricerca, tranne Microsoft, usano la piattaforma Linux
per sviluppare servizi

Google e Yahoo usano la piattaforma Linux per sviluppare servizi, ma poich è sono servizi (e non software) non sono obbligate a pubblicare il codice sorgente. Il presidente del Software Freedom Law Center, Eben Moglen, ha chiesto esplicitamente maggiore cooperazione ai due colossi della ricerca online, che potrebbero “rilasciare le modifiche non critiche per il loro mercato“. Una estensione del modello Gpl– General Public License – potrebbe in futuro riguardare anche i servizi e non solo il software. Google ha intensificato i rapporti con il mondo Linux e ha trovato un accordo con la FSF (Free Software Foundation).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore