L’outsourcing IT visto da Meta Group

Workspace

Rappresenta in tutta Europa l’asso nella manica per centrare gli obiettivi risparmiando sui costi

La ricerca di Meta Group, che verrà pubblicata in dicembre, fornisce un quadro dell’outsourcing per contestualizzarne la portata in Europa, indagarne le motivazioni e valutarne l’impatto in termini di successo e di possibilità concrete (soprattutto per l’outsourcing offshore). Anche nei mercati nazionali dell’IT, come Germania e Francia, l’outsourcing è tuttora visto come un mezzo per focalizzarsi sulle attività fondamentali, ottimizzare la produttività e controllare i costi. Tuttavia le attuali condizioni economiche e il livello di maturità del mercato per alcune tipologie di servizi, in particolare il Business Processing Outsourcing (BPO) e l’Offshore Outsourcing, in Europa continuano a variare e si tratta di un mercato frammentato. “Molte società europee stanno facendo leva sulle capacità interne ed esterne per gestire gli sforzi volti a realizzare una maggiore efficienza operativa e modelli organizzativi versatili”, sostiene Antonio Piroso, Amministratore Delegato di META Group Italia. Mentre il modello outsourcing cresce e il mercato matura, le decisioni di outsourcing passano da un approccio tattico last-resort a iniziative di planning strategico. “Complessivamente, il mercato dell’outsourcing è un segmento molto competitivo”, afferma infine Antonio Piroso. “I fornitori devono fare i conti con i lunghi cicli di vendita e con dettagliati strumenti di valutazione”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore