Lovsan, il virus silenzioso

Marketing

Sono oltre 1 milione i sistemi attaccati dal worm Lovsan secondo HackerWatch.org di Network Associates.

La divisione McAfee Security Consumer di Network Associates ha annunciato che oltre 1,2 milioni di sistemi sono stati infettati dalla recente minaccia Lovsan, conosciuta anche come W32/Lovsan.worm. Utilizzando i dati raccolti da HackerWatch.org, una community e punto di raccolta per gli utenti Internet dove condividere informazioni relative all’attività degli hacker, inclusi virus, worm e attacchi DoS (Denial of Service), McAfee ha rilevato che Lovsan continua a diffondersi ad un tasso costante e infetta oltre 30.000 sistemi all’ora durante i momenti di picco. Un grafico dettagliato sullo stato di diffusione del virus è disponibile all’indirizzo w ww.hackerwatch.org/checkup/graph.asp . McAfee Security Consumer suggerisce agli utenti di utilizzare sia soluzioni anti-virus che personal firewall, come McAfee VirusScan e McAfee Personal Firewall Plus per garantire protezione completa ai propri computer contro le più recenti minacce. Utilizzando le informazioni raccolte dagli utenti di McAfee Personal Firewall Plus, HackerWatch utilizza una nuova funzione denominata “Automatic Event Submission” che consente a McAfee di tracciare il numero degli attacchi (eventi) che sono stati bloccati da McAfee Personal Firewall Plus in tempo reale. Sulla base dei dati più recenti, McAfee ha rilevato un picco significativo nell’attività come risultato del worm Lovsan e ha stimato che almeno 1,2 milioni di indirizzi IP sono stati infettati, con oltre 30.000 nuove infezioni registrate durante le ore di punta. McAfee continua a monitorare il diffondersi del worm in tutto il mondo. Molti utenti di soluzioni anti-virus McAfee Security erano già protette prima del diffondersi di questa nuova minaccia. Gli utenti di McAfee VirusScan devono aggiornare i loro sistemi all’indirizzo http://us.mcafee.com/virusInfo/default.asp?id=lovsan . Dal momento che il worm Lovsan si diffonde silenziosamente, e non arriva sotto forma di allegato di posta elettronica, gli utenti potrebbero non accorgersi immediatamente di essere stati colpiti. Alcuni utenti hanno segnalato come sintomo un utilizzo eccessivo della banda delle proprie connessioni Internet da casa. McAfee Security Consumer consiglia agli utenti di utilizzare anche un personal firewall, come McAfee Personal Firewall Plus per bloccare questo worm prima che raggiunga il PC e prevenire danni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore