L’Rfid cresce in Europa

AziendeMercati e Finanza

Uno studio di BEA Systems vede rosa nel mercato delle etichette intelligenti

Una ricerca firmata da BEA Systems crede nella crescita dell’Rfid in ambito europeo. Nel corso dei prossimi 18 mesi due terzi degli intervistati (presso l’European Supply Chain and RFID Congress di Amsterdam) inaugurerà progetti pilota o implementazioni delle etichette intelligenti a Radio frequenza. Dallo studio inoltre risulta che l’8% delle aziende trova innovativo l’Rfid per il business, ma non sa come o da dove partire. Il 73% limita l’Rfid all’utilizzo di tag e reader, mentre emerge che i settori a maggior svuiluppo Rfid sono: la supply chain per il 33% e l’asset tracking nel 60% dei casi. Infine, sotto i riflettori sono lotta alla contraffazione e privacy. A questo proposito le linee guida sull’uso dei tag Rfid sono state elaborate dal Center for Democracy and Technology. E Ibm sta sviluppando una tecnologia Rfid “salva privacy”, Clipped Tag, per limitare del chip radio frequency identification.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore