L’Ue che cospira contro Usa e Google? Ma siamo seri!

Aziende

Gli euroburocrati avrebbero messo in piedi un consorzio di 21 editori belgi,
per boicottare contro la BigG e ottenere il nostro motore di ricerca

JOHN DVORAK ci è simpatico, ma pensiamo che si stia muovendo nella direzione sbagliata se afferma che la Comunità Europea sta fomentando una cospirazione per annientare Google. La sua argomentazione, che si può leggere qui, è che gli euroburocrati avrebbero messo in piedi un consorzio di 21 editori belgi, così che da questa parte dell’oceano potremo avere il nostro motore di ricerca.

Perché, si domanda Dvorak, un qualunque editore non dovrebbe voler essere linkato a Google News? La risposta è piuttosto semplice: ci sono fin troppi editori, non solo in Europa, che pensano che Google abbia troppo potere e in qualche modo stia minando i loro interessi pubblicitari. John ritiene che il governo USA dovrebbe reclamare presso il WTO (World Trade Organisation) e ripagare l’UE della sua stessa moneta. Secondo lui si tratta di una ?mascalzonata? della UE ed è soltanto un intralcio agli affari degli americani. L’Unione Europea è sicuramente un Asse dell’Incompetenza, più che un Asse del Male. Se l’UE potesse trovasse un accordo su qualcosa, probabilmente le argomentazioni di Dvorak troverebbero spazio. Ma dato che i vari componenti dell’UE non perdono occasione per sbeccarsi su qualunque cosa, seria o inconsistente che sia, dubitiamo che potrebbero trovare un’opinione concorde in merito.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore