L?ufficio del futuro è a rischio sicurezza

MalwareSicurezza

Una ricerca commissionata da Canon: le aziende devono essere pronte ad affrontare i rischi senza cadere nella trappola di misure di sicurezza eccessive

Sul tema dell ‘ufficio del futuro si giocano gli investimenti in tecnologia non solo delle imprese utenti , ma soprattutto quelli dei fornitori che devono concentrare le loro iniziative su filoni qualificanti di ricerca. Può essere dunque interessante segnalare alcuni aspetti tratteggiati da una ricerca commissionata da Canon Europe che analizza il futuro degli uffici e ,a sorpresa , rivela che la sicurezza potrà essere messa a rischio da nuove, avveniristiche minacce: insetti robotizzati, intelligenza artificiale e “virus intelligenti” saranno infatti i nuovi strumenti di spionaggio utilizzati per sottrarre alle aziende informazioni sensibili.

Realizzata da Ian Pearson, un tecnologo della società Futurizon , il rapporto nell’illustrare gli uffici di domani tratteggia anche quali pericoli per la sicurezza dovranno affrontare. In particolare l’intelligenza artificiale potrà essere utilizzata per creare virus sempre più sofisticati, mentre entità intelligenti autonome rappresenteranno nuove minacce.

Non solo rischi futuristici però: per esempio una minoranza di persone disoneste, disposte a farsi corrompere, o semplicemente che commettono errori rappresenteranno sempre un rischio per la sicurezza delle imprese. In tema di sicurezza il rapporto di Canon punta il dito sulla tendenza alla miniaturizzazione e sulla crescente capacità di archiviazione dei dispositivi: fin da ora , utilizzando strumenti banali come le chiavette Usb, i dispositivi multimediali o i cellulari, i dipendenti hanno la facoltà di portare fuori dall’ufficio un’elevata quantità di dati senza essere notati.

Per risolvere questo problema, potranno essere utilizzate nuove tecnologie basate sull’intelligenza artificiale simili a quelle implementate negli aeroporti. Nonostante tutti questi pericoli, Pearson mette in guardia le aziende dall’implementare misure di sicurezza eccessive: “La sicurezza non deve diventare una barriera per il lavoro. Le imprese troppo zelanti rischiano di implementare policy controproducenti: se si adottano misure troppo severe, le prestazioni e la produttività potrebbero risentirne. Gli standard di sicurezza devono essere equilibrati per proteggere l’azienda dalle minacce lasciando però liberi i dipendenti di fare bene il proprio lavoro”.

La tesi è fatta propria da Luca Miraglia, direttore marketing Canon Business Solutions di Canon Italia:“Un’azienda non deve farsi paralizzare dalla paura di attacchi alla sicurezza. I manager devono creare il giusto equilibrio tra la tutela delle informazioni e la libertà necessaria a chi lavora per svolgere bene le proprie mansioni. E’ importante prevenire gli abusi che possono essere messi in atto da chi ricopre posizioni strategiche e dunque può avere accesso a informazioni sensibili” .

In risposta a pericoli del futuro, i passi avanti compiuti nei sistemi di autenticazione degli utenti diventeranno cruciali. Ad esempio, un forte sviluppo è prevedibile nell’area della protezione dei documenti tramite firme digitali, dell’utilizzo di inchiostri speciali e della creazione di circuiti elettronici di stampa per i documenti sensibili al fine di creare livelli multipli di protezione delle informazioni. Ma uno guardo al futuro più remoto prevede anche che la circuiteria elettronica potrà essere anche stampata direttamente sulla superficie della pelle per creare impronte digitali ottimizzate (active skin), per archiviare dati o per utilizzarle come sistema di identificazione dell’utente.

Se l’ufficio del futuro prevede attività sempre più intense di lavoro di gruppo abbinato alla mobilità e alla collaborazione con persone esteren all’azienda, il risultato sarà una maggiore affermazione di centri di telelavoro distaccati dalla casa madre. Queste aree di lavoro integreranno dispositivi sempre più potenti, inclusi grandi centri di stampa multifunzione che faciliteranno la collaborazione e la condivisione delle informazioni. In casi in cui un elevato numero di dipendenti di diversi uffici o aziende si troverà a lavorare fianco a fianco, le problematiche relative alla sicurezza diventeranno ancor più strategiche.

Secondo l’esperto di Canon Italia, “l’innovazione nella tecnologia di stampa intelligente e la messa a punto di soluzioni di gestione documentale più avanzate garantiranno massima tutela delle informazioni su tutti i livelli: dal documento all’utente finale, dalla rete aziendale al sistema di archiviazione di dati strategici per l’attività aziendale”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore