Lunedì al vaglio dell’AgCom il giro di vite anti pirati in Italia

CyberwarMarketingSicurezza

La Legge Hadopi sbarca in Italia? L’AgCom sta per infilarsi il cappello da cyber-sceriffo contro le violazioni del Copyright? L’Authority avrà la facoltà di oscurare i siti? Lunedì forse le risposte agli interrogativi

Secondo La Repubblica lunedì l’AgCom discuterà di un pacchetto di normative per importare in Italia la Legge Hadopi (nota come “Dottrina Sarkozy”). L’AgCom potrebbe diventare il cyber-sceriffo in grado di oscurare i siti e chiudere i portali del file sharing pirata. Il prezzo da pagare per il compromesso sulla NewCo per la banda larga sarebbe la legge Hadopi (dei tre schiaffi) in salsa italiana.

L’Italia sarà all’avanguardia in Occidente nella lotta dura contra la pirateria. Scrive Alessandro Longo su Wired: “I siti con streaming, con file pirata o che ne favoriscano la diffusione in vario modo avranno cinque giorni di tempo per difendersi, dopo essere stati segnalati ad Agcom”. Altrimenti calerà la scure dell’oscuramento, totale o parziale. Agcom avrà inoltre la facoltà di chiedere ai provider di bloccare le porte di comunicazione per il P2p o anche solo il traffico di file di grandi dimensioni.

Il Decreto Romani arriverà lunedì sul tavolo dell’Autorità garante delle comunicazione con misure draconiane contro la violazione del copyright. Forti timori aleggiano anche sui paletti delle Web Tv. Si dice che un giro di vite contro la pirateria sia il prezzo da pagare per mettere fine al Digital Divide, con un compromesso (per altro al ribasso) sulle reti Ngn. L’Italia non vuole essere un paese per Internet? Ancora una volta pare di no.

La legge Hadopi arriva in Italia contro la pirateria?
La legge Hadopi arriva in Italia contro la pirateria?
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore