L’Unione europea mette gli occhi su Windows Vista

Aziende

L’antitrust Ue si interroga sul prossimo sistema operativo

Microsoft non ci sta e, mentre è ancora sotto giudizio per le note vicende antitrust che si trascinano dal marzo 2004, risponde alle nuove preoccupazioni espresse dall’Unione europea. L’Unione europea ha infatti messo gli occhi su Windows Vista, paventando preoccupazioni in materia di concorrenza riguardo il prossimo sistema operativo. Le tecnologie che più destano dubbi antitrust nella Ue sarebbero le seguenti: Drm proprietario; la famiglia Windows Live; tool per creare Pdf. Tuttavia Microsoft ha voluto rassicurare la Ue, affermando che tenere informata l’industria e rispettare le norme di concorrenza sullo sviluppo del software, sono e resteranno priorità per il colosso di Redmond.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore