L’uscita di Pirelli da Olimpia apre nuovi scenari per Telecom Italia

Aziende

In corsa per l’ingresso nell’ex monopolio Tlc è una cordata di banche
italiane così come i russi di Sistema e gli indiani di Hinduja. Riprende quota
l’ipotesi dello scorporo

Il mercato, pur in una giornata negativa come quella di oggi con le borse asiatiche in caduta verticale, ha dato il suo disco verde all’ipotesi di cessione del controllo di Telecom Italia da parte di Pirell i. In queste ore gli occhi del business e di Piazza Affari sono puntati sull’incontro tra Marco Tronchetti Provera (Pirelli) e Cesare Geronzi (presidente di Capitalia): oggetto del contendere? Arrivare a un compromesso sul prezzo per l’uscita di Pirelli da Olimpia. Una cordata di banche italiane sarebbe dunque alacremente al lavoro per acquistare l’80% di Olimpia e ottenere così il controllo di Telecom Italia. Se Telefonica sembra aver abbandonata la partita, sarebbero in corsa anche i russi di Sistema e gli indiani di Hinduja: ma tutti credono che la svolta decisiva possa in realtà avere timbro italiano (come auspicato ieri dal ministro Bersani), con un impegno forte di banche italiane. La cordata interesserebbe, secondo le indiscrezioni,Intesa SanPaolo, Capitalia, Mediobanca, a cui va ad aggiungersi General i; Mediobanca però avrebbe testato anche l’interesse di Banca Mps. Infine riprende quota l’ipotesi dello scorporo della rete in Telecom Italia, ma qui si dovrebbe aprire un nuovo capitolo: lo scorporo sarebbe in fase di studio da parte della McKinse y.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore