m-Commerce: un mercato da 600 miliardi di dollari dal 2018

E-commerceMarketing
m-Commerce: un mercato da 600 miliardi di dollari dal 2018
3 53 Non ci sono commenti

Il giro d’affari legato a Internet mobile si attesterà intorno a 850 miliardi di dollari nel 2018, contro gli attuali 300 miliardi di dollari. L’m-commerce visto da Digi-Capital, Idc e Capgemini

Digi-Capital stima che il Mobile commerce (m-Commerce) rappresenterà un mercato da 600 miliardi di dollari dal 2018. L’e-commerce, fra tre anni, concentrerà i tre quarti del fatturato su Internet mobile, prima di pubblicità ed applicazioni.

m-Commerce: un mercato da 600 miliardi di dollari dal 2018
m-Commerce: un mercato da 600 miliardi di dollari dal 2018

Il giro d’affari legato a Internet mobile si attesterà intorno a 850 miliardi di dollari nel 2018, contro gli attuali 300 miliardi di dollari.

La crescita sarà in parte trainata dalle vendite da smartphone (meno del 10% delle vendite) e dalle reti Mobile (5% in 10 anni). Ma soprattutto a spingere la crescita dell’m-commerce sono i fondi d’investimento che hanno iniettato in questo settore più di 20 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi.

Con 85 miliardi di dollari, la pubblicità, nel prossimo triennio, sarà il secondo fattore di ricavi per Internet mobile, superiore anche alle applicazioni a pagamento o freemium. Digi-Capital stima che gli inserzionisti mobili saranno più in Usa che in Cina, Giappone e Sud-Corea insieme. La Francia sarà nona a livello mondiale e terza a livello europeo, dietro a Germania e UK.

Dai 30 miliardi del 2014, passeranno a 75 miliardi di dollari nel 2018 le applicazioni mobili. I giochi caleranno dal 75% al 60%, mentre salgono app di produttività, streaming, social media eccetera.

In Italia, le vendite da smartphone hanno compiuto un balzo del 68%: a quota 1,087 miliardi di euro, mentre nel 2015 si prevede un’ulteriore impennata che porterà il canale mobile prossimo ai 2 miliardi di euro.

L’E-commerce, dopo aver alterato in maniera drastica il commercio tradizionale in negozio, portando alla nascita di nuovi business e al tramonto di zombie-economics, ora ha bisogno di un approccio Mobile First, vista la proliferazione di smartphone e tablet nel mondo. Solo in UK, l’m-commerce si è impennato del 52%, secondo IMRG Capgemini e-Retail Sales Index. Lo shopping da desktop sta diventando antiquariato: gli acquisti oggi avvengono soprattutto da device mobili, soprattutto durante gli spostamenti in treno o in metro.

Secondo IDC, a trainare l’m-commerce è la diffusione del 4G, la connettività mobile veloce insieme all’adozione del Wi-Fi nei negozi. I siti di e-commerce devono dunque dotarsi di responsive design per approfittare dei vantaggi dell’m-commerce.

Cosa sapete dei pagamenti mobili? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore