M-payment sotto la lente di Capgemini

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
mPayment sotto la lente di Capgemini
0 24 Non ci sono commenti

Il Mobile-Payment crescerà a doppia cifra nel 2015. L’analisi dell’m-paymen o pagamenti mobili di Capgemini

Il Mobile-Payment (m-Payment) crescerà del 60% nel 2015. Lo riporta Capgemini. Lo spin-off di PayPal, che si separa da eBay, e il debutto negli USA di Apple Pay sugli iPhone 6 e 6 Plus, sono segnali della vitalità dei pagamenti mobili. Il volume dei pagamenti senza cash è stiimato in crescita del 9,4% fino a quota 366 miliardi di transazioni nel 2013: a trainare è il boom delle carte di credito (fino al 9,9%) e di debito (fino al 13,4%) nei Paesi emergenti. Così emerge dalla decima edizione dello studio World Payments Report redatto da Capgemini e Royal Bank of Scotland (RBS).

La Cina, pur in in ritardo nelle transazioni senza contanti, potrebbe superare Eurozona e USA nel prossimo quinquennio.  ”I mercati in via di sviluppo hanno continuato a crescere registrando nel 2012 un impressionante incremento del 18,3% contro il 4,5% dei mercati maggiormente maturi” ha precisato William Higgins, Managing Director of Payments di RBS: ”Questi significativi livelli di crescita e le previsioni ancora superiori attese per la prossima edizione del World Payments Report rappresentano un’enorme opportunità per il settore.”

Il Mobile Payment è trainato dalla diffusione di tablet e smartphone, che punta sulla convergenza tra e- ed m-payment. Si prevede che nel 2015 gli m-payment cresceranno al tasso del 60,8% mentre gli e-payment freneranno, calando al 15,9% annuo nello stesso periodo.

mPayment sotto la lente di Capgemini
mPayment sotto la lente di Capgemini

Apple Pay potrebbe sparigliare le carte nel mercato degli M-payments, i pagamenti wireless che trasformeranno gli iPhone 6 e i Plus in borsellini elettronici. Apple entra nel mercato dei pagamenti mobili con Apple Pay, sfruttando la tecnologia NFC (near-field communication). Apple ha stretto alleanze con Visa, MasterCard e American Express, oltre a 6 banche USA, per spingere l’uso dei dispositivi mobili per lo shopping. Negli Stati Uniti, Apple ha firmato intese con le carte di Bank of America, Capital One Financial, JPMorgan Chase, Citigroup e Wells Fargo ed altre banche, che rappresentano l’83% del volume degli acquisti di carte di credito. Il mercato dei pagamenti mobili passerà dai 12.8 miliardi di dollari nel 2012 ai 90 miliardi di dollari nel  2017, registrando una crescita del 48% rispetto al 2012, secondo Forrester Research.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore