Ma dove vai?

LaptopMobility

Ora Route 66 può esportare le mappe sul palmare così il nostro viaggio è più…"leggero".

Uno stradario elettronico necessita di aggiornamenti periodici soprattutto se, come Route 66, ha la pretesa di dare informazioni dettagliate e precise. A cosa serve il vantaggio di avere indicati tutti i distributori di benzina, gli alberghi, i punti di ristoro e i sensi di marcia delle strade se poi le informazioni sono vecchie? Ogni anno questo software si ripropone con una nuova versione che include tutti gli aggiornamenti dello stradario acquisiti da Navteq l’azienda che, con Tele Atlas, si spartisce il mercato mondiale delle mappe stradali elettroniche. Per questo motivo le mappe di Route 66 si trovano anche in altri prodotti, in molti palmari con il GPS e in altri software concorrenti. Se la banca dati è la stessa, cosa distingue uno stradario elettronico da un altro? Prima di tutto il motore di calcolo dei percorsi che, a seconda del software, può essere più o meno preciso. In seconda battuta l’interfaccia, più o meno elaborata. Infine, ora che il GPS inizia ad avere un costo abbordabile, ha un peso determinante anche la capacità del software di interagire in modo efficace con un maggior numero di dispositivi. Se nei primi due aspetti Route 66 si è sempre distinto – e si distingue tuttora – come il migliore del settore, l’impossibilità di interagire con i palmari lo limitava non poco. Non ha infatti molto senso avere un software potente per gestire i percorsi solo con un computer: non è pratico viaggiare con il percorso stampato su decine di fogli sparsi sul sedile del passeggero. Ora con Route 66 è possibile esportare mappe e percorsi su Palm o Pocket PC. Selezionando con il computer l’area di interesse si esporta la mappa assieme all’itinerario che potrà anche essere rielaborato strada facendo. A questo ora si aggiunge la compatibilità con l’hardware GPS (da collegare a un PC) per aggiornare in tempo reale la posizione dell’automobile sulla mappa. In questo modo il servizio reso dall’ottimo software diventa più pratico e fruibile. In realtà tali novità erano già state introdotte la scorsa primavera con il pacchetto Route 66 Navigate, che però includeva nell’acquisto anche il ricevitore satellitare, che faceva lievitare di non poco il prezzo, per una strumentazione, a nostro parere, non eccellente. Tra le nuove funzioni segnaliamo anche la possibilità di importare all’interno del programma elenchi di indirizzi da Excel o dalla rubrica di Outlook, per rintracciare senza troppa fatica clienti, amici e luoghi che si prevede di visitare. Rispetto alla scorsa versione notiamo che il servizio di segnalazione sui lavori in corso lungo le strade è migliorato, e ora contiene informazioni davvero aggiornate e attendibili. Ovviamente tale strumento funziona solo on-line. A questo punto l’unica carenza di Route 66 è la copertura della mappa europea: infatti la versione Professionale Europa commercializzata in Italia include “solo” la mappa dell’Europa Occidentale e del Nord. Nei paesi dell’Est non ci vuole andare proprio nessuno?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore