Mac e 13 milioni di iPhone trainano i conti di Apple

AziendeMercati e Finanza

L’ultima trimestrale di Apple vede fatturato e profitti in rialzo. L’iPhone genera il 40% del business di Apple e ha superato la soglia dei 10 milioni venduti, sommando i 6,9 milioni di iPhone 3G ai modelli precedenti. Il netbook low-cost non è nel Dna di Apple

Apple archivia il trimestre con profitti in rialzo a quota 1,14 miliardi di dollari, pari a 1,26 dollari per azione, e vendite in crescita del 27%, trainate da Mac e iPhone, a quota 7,9 miliardi di dollari. Steve Jobs ha voluto sottolineare il boom dell’iPhone, capace di generare il 40% del business di Apple e che ha già superato la fatidica soglia dei 10 milioni venduti.

Apple, dopo una robusta trimestrale, si dice pronta ad affrontare il rallentamento economico che ci aspetta: grazie a un portafoglio prodotti ampio, a una base clienti

fidelizzata, che slitterà gli acquisti senza tornare ai rivali, e grazie a 25 miliardi di dollari in banc a.

Apple, insomma, non ha bisogno di passare ai mini notebook o netbook low-cost, come Asus e Acer (e tutti gli altri vendor) per sostnere le vendite: non è nel Dna di Apple, che preferisce il mercato di fascia alta.

Apple ha già l’iPhone per navigare in Rete da qualsiasi posto e in completa mobilità. E l’iPhone è la star di questa trimestrale: con 6,9 milioni di iPhone 3G venduti da luglio, da sommare ai 6,1 milioni del primo modello Edge, per un totale di 13 milioni di iPhone consegnati. Rimarrà stupito chi credeva difficile che Apple raggiungesse i 10 milioni di iPhone venduti. All’iP€hone spettano 4,6 miliardi di dollari di fatturato nel trimestre: Apple è il terzo produttore di telefonia mobile in termini di ricavi, alle spalle di Nokia e Samsung.

Anche le vendite di Mac sono state robuste: a quota 2,6 milioni nel trimestre, in crescita del 21% per unità e del 17% per ricavi. Le vendite di iPod sono salite dell’8% a quota 11,1 milioni, pari a una crescita del 3% in termini di fatturato.

Dati i tempi non certo rosei in economia, l’Apple Tv continuerà a rimanere un hobby anche nel 2009, ha detto Jobs. Anche Apple è prudente sulle previsioni relative allo shopping natalizio. Ma dopo una trimestrale coi fiocchi, Apple può essere già abbastanza soddisfatta.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore