Mac OS X Mavericks sarà gratis. Rinnovati i MacBook Pro

LaptopMarketingMobilityWorkspace
Apple aggiorna i Macbook Pro, più leggeri, sottili e performanti. Mac OS X Mavericks è gratis
0 0 2 commenti

Debutta OS X 10.9 Mavericks: è gratis. Prezzi ribassati anche per i nuovi MacBook Pro da 13 e 15 pollici: più leggeri, sottili e performanti. Aggiornata la workstation Mac Pro

Apple lancia OS X 10.9 Mavericks che esce, gratuitamente, in versione definitiva insieme ai nuovi MacBook Retina Pro da 13 e 15 pollici, anch’essi rivisitati con i nuovi chip di ultima generazione. I nuovi MacBook Pro sono più leggeri, luminosi e performanti dal punto di vista dell’autonomia.

La versione da 13 pollici è più sottile e luminosa,  pesa 1.57 Kg, ed è spessa 1,80 cm. I processori Haswell con grafica Iris sono il 90% più veloci e promettono 9 ore di durata della batteria: a partire da 1299 dollari, con un taglio di 200 dollari sul prezzo di listino. I nuovi Macbook, con chip Core i5 da 2.4GHz, 4GB di Ram e 128GB SSD, vantano PCIe-based Flash, Wi-Fi 802.11ac e Thunderbolt 2.

Il modello da 15 pollici, con processore quad-core i7, 8GB di RAM e 256GB SSD, promette durata della batteria da 8 ore: costerà 1,999 dollari, meno di 2,199 dollari.

Apple aggiorna i Macbook Pro, più leggeri, sottili e performanti. Mac OS X Mavericks è gratis
Apple aggiorna i Macbook Pro, più leggeri, sottili e performanti. Mac OS X Mavericks è gratis

La nuova workstation Mac Pro costerà 2.999 dollari: con procesore Xeon quad-core da 3.7GHz, 12GB di RAM, dual FirePro D300s e 256GB SSD. Utilizza il 70% dell’energia meno del modello precedente, ma garantisce fino a 7 Teraflops di computing power. Mac Pro è equipaggiato con processore Intel Xeon E5 che spazia da 4 a 12 core e fino a 12 GB di DDR5 RAM con 30MB di L3 cache. Mac Pro vanta 4 porte USB 3.0, 6 porte Thunderbolt 2, porta Ethernet 2Gb, HDMI e 802.11ac Wi-Fi.

Sul fronte software, viene aggiornata anche la suite iLife, con gli update di iMovie, iPhoto e Garageband per iOS e Mac.

Mavericks gira su: iMac (metà 2007 o successivi); MacBook (13 pollici Alluminio, fine 2008), (13 pollici, inizio 2009 o successivi); MacBook Pro (13 pollici, metà 2009 o successivi), (15 pollici, metà/fine 2007 o successivi), (17 pollici, fine 2007 o successivi); MacBook Air (fine 2008 o successivi); Mac Mini (inizio 2009 o successivi); Mac Pro (inizio 2008 o successivi); Xserve (inizio 2009). Il computer su cui volete installare OS X Mavericks dovrà già avere Mac OS X 10.6.7 Snow Leopard o versioni superiori, con 8GB di spazio libero sul disco per l’installazione.

Mavericks può comprimere la memoria inattiva, e quindi permette di mettere  6GB di dati in 4GB di RAM, visto che riduce dinamicamente la RAM GPU in base al carico di lavoro. Mavericks sfrutta in modo più intelligente le risorse per i compiti da svolgere. La grafica integrata supporta anche OpenCL.

Craig Federighi, vicepresidente senior della divisione Software Engineering di Apple, afferma Mavericks è stato ottimizzato per guadagnare un’ora di autonomia in più di navigazione web (un’ora e mezza di riproduzione video) sugli ultimi modelli di MacBook Air.

La nuova workstation Mac Pro
La nuova workstation Mac Pro
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore