MacBook Air: chiarito il mistero del processore

ComponentiWorkspace

Si tratterebbe di una versione inedita, con package ridotto del 60%, del comune chip Core 2 Duo noto come Merom

Uno degli aspetti innovativi del nuovo notebook ultralight della mela riguarda il processore Intel utilizzato. Ecco finalmente svelato il segreto.

Si era ipotizzata una anticipazione – da parte di Intel – dei nuovi processori costruiti con il processo da 45 nanometri. Risultava infatti difficile spiegare altrimenti le dimensioni particolarmente ridotte del chip montato sui MacBook Air. Si tratterebbe invece di una versione inedita, con package ridotto del 60%, del comune chip Core 2 Duo (Merom), realizzato con il processo da 65 nanometri (comune alle altre CPU Intel in circolazione).

Il processore montato dagli Air ha caratteristiche comuni: frequenze di 1,6 e 1,8GHz, 4MB di cache di secondo livello e FSB da 800MHz. L’ottimizzazione funzionale realizzata con il chipset consentirebbe di contenere il consumo della CPU intorno ai 20 watt. Il chipset usato dal portatile è il 965GMS (sempre di Intel) con grafica integrata.

Il package del processore montato sugli Air (solo quello) costituisce una anticipazione del sistema di piedinatura che Intel utilizzerà sulle CPU Penry n a partire dalla seconda metà del 2008.

Ulteriori informazioni su: AnandTech.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore