Macromedia Studio 8

Management

Ancora più completa e flessibile la collezione software per la creazione e gestione di siti Web professionali

A meno di due anni di distanza, Macromedia rilascia sul mercato una nuova versione della sua collaudata suite. Si tratta di Macromedia Studio 8, una famiglia di prodotti e tecnologie concepite per semplificare notevolmente lo sviluppo applicativo su Internet. La suite rappresenta quindi lo strumento ideale non solo per i professionisti del Web ma anche per gli appassionati del settore, in quanto offre, sia agli sviluppatori sia ai designer, avanzati strumenti di gestione del sito e di creazione del contenuto per lavorare in cooperazione. La raccolta permette in particolare agli utenti di disporre di un unico ambiente integrato per lo sviluppo di applicazioni Web: dalla creazione di semplice codice Html, alla realizzazione di grafica multimediale, fino alla codifica di script di vario tipo. Grazie infatti a un’interfaccia utente interamente condivisa tra le varie applicazioni del pacchetto (Dreamweaver 8, Flash Professional 8, Fireworks 8, Contribute 3 e FlashPaper 2) e una serie di funzioni aggiuntive introdotte per supportare le principali tecnologie standard del settore (Xml, Xhtml, Css, J2ee, Asp, Jsp e Php) è possibile semplificare enormemente il flusso di lavoro legato alla predisposizione di un sito Web. Per ottenere una panoramica completa sulle sue principali funzionalità, occorre analizzare a uno a uno tutti i prodotti della suite Macromedia. Iniziamo da Dreamweaver 8, un editor professionale per la creazione e gestione di siti Web. Fornisce una combinazione di potenti strumenti per sviluppare applicazioni Web in linguaggio Html, Xhtml, Xml, Asp, Asp.Net, Jsp, Php e Css. Le principali migliorie riguardano sia l’interfaccia grafica, palesemente migliorata dal punto di vista ergonomico ed estetico, sia le funzioni di editing vero e proprio. Tra queste è interessante citare la nuova “code toolbar” per avere sempre a disposizione i frammenti di codice più utilizzati, la funzione di “code collapse” per nascondere o espandere determinati blocchi di codice in base all’area di lavoro di interesse e la funzione di “zoom” per avere un maggiore controllo sul layout della pagina, ingrandire e ispezionare un’immagine o lavorare con complesse tabelle nidificate. Altrettanto utile risulta la possibilità di importare testi e documenti direttamente da Word ed Excel, senza effettuare alcuna conversione, ma semplicemente copiando e incollando il contenuto del documento nella pagina di Dreamweaver: l’operazione manterrà inalterati caratteri, colori e i fogli di stile originali dei documenti. Non manca poi la possibilità di integrare file video in formato Flash per creare contenuti dinamici di forte impatto grafico. Questi vengono di solito realizzati all’interno di Flash Professional 8, un ambiente di sviluppo studiato appositamente per progettare e realizzare siti Web originali e interattivi per ogni tipo di media e per ogni tipo di connessione. Grazie a un’interfaccia completamente configurabile, e facilissima da apprendere Flash mette a disposizione degli utenti un emulatore software interattivo per costruire e testare contenuti multimediali su una varietà di dispositivi portatili. Specificando il tipo di contenuti, è possibile poi determinare facilmente quale dispositivo supporta screen saver, wallpaper, contenuti browser o player stand-alone, e ridurre così il tempo di sviluppo del file multimediale. Degne di nota sono poi le funzioni in grado di rendere la grafica più accattivante tramite l’applicazione di filtri ed effetti particolari (come ombra, sfocatura, luce e smusso); il motore di rendering per creare testi animati più chiari e comprensibili anche con font di piccole dimensioni; il video encoder avanzato per ottimizzare la qualità e la dimensione dei file video e la disponibilità di strumenti di scripting e debug più potenti. Un esempio è dato dal cosiddetto Action- Script 2, un editor che consente a tutti gli sviluppatori, siano essi principianti o persone esperte, di ottenere il massimo supporto nella creazione di script di interazione tra il movie e il filmato. L’editor sia usato in modalità normale o in modalità esperto, attraverso i suggerimenti forniti aiuta automaticamente a completare le azioni e a inserire proprietà ed eventi. Anche la gestione dei progetti in gruppo risulta ottimizzata. In Macromedia Studio 8, è possibile centralizzare il controllo delle versioni nei lavori di squadra tramite l’ausilio di Contribute 3. In particolare, utilizzando la funzione di check-in e check-out impedisce che più utenti inconsapevolmente lavorino contemporaneamente sullo stesso file, annullando le modifiche apportate dall’altro. Queste sono solo alcune delle funzionalità presenti nella nuova versione di Macromedia Studio. Ce ne sono molte altre legate alla gestione avanzata delle immagini e al controllo dei pixel e al caricamento audio e video. In tutti i casi, comunque, sia che si tratti della progettazione di grafici con animazione o della creazione di applicazioni basate su dati, Macromedia Studio 8 mette a disposizione strumenti avanzati e innovativi per ottenere buoni risultati su piattaforme e dispositivi diversi. Se siamo invece interessati solamente alla piattaforma Web, conviene utilizzare uno strumento come Fireworks 8. Si tratta di una soluzione semplice ma potente per creare, ottimizzare ed esportare grafica interattiva destinata al Web. La nuova versione non solo semplifica la creazione di tutti gli elementi grafici dedicati alla navigazione Internet come bottoni, rollover e menu popup ma consente anche di controllare ogni aspetto dell’animazione inclusi bordi, colori, sfumature e spaziature. Grazie infatti a un’area di lavoro completamente revisionata, è possibile ora ispezionare e cambiare da un unico punto centralizzato tutte le proprietà degli oggetti, controllando tratti colore, riempimenti, ombre e scelta di effetti particolari, importare più di 12 formati di file diversi (tra cui anche QuickTime, MacPaint, Sgi e Jpeg), creare velocemente menu popup in formato Css e disporre di oltre 25 nuovi modelli grafici per alterare l’aspetto dei colori e degli oggetti. Non dovremo più preoccuparci di passare dalla modalità vettoriale a quella bitmap e viceversa, ma sarà il programma ad adattare automaticamente la modalità corrente allo strumento, all’oggetto o al livello scelto. Anche l’editor di testo è stato ulteriormente potenziato e risulta più semplice creare menu a tendina o popup, sia orizzontali che verticali. La dimensione delle celle non è quindi più legata all’ingombro del testo ma può essere impostata già in fase di creazione dell’oggetto. Esistono poi una serie di semplici autocomposizioni che permettono di creare elementi grafici complessi in pochi e semplici passaggi generando contemporaneamente anche il codice JavaScript collegato. Completa la dotazione del pacchetto FlashPaper 2, un software per convertire file stampabili in documenti Flash o Pdf. Grazie alla sua forte integrazione con i prodotti Microsoft Office, sia dal punto di vista dei pulsanti presenti nella barra degli strumenti che dei menu, consente anche agli utenti meno esperti di creare velocemente file Pdf o Swf. Basta semplicemente accedere al menu FlashPaper e scegliere l’opzione desiderata tra quelle a disposizione (Convert to Macromedia Flash, Convert to Pdf o Email Pdf). Dopodiché nel giro di qualche minuto, verrà generato il file Pdf o Swf richiesto che sarà poi possibile pubblicare su un sito Web, inviare via posta elettronica oppure stampare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore