Maggiore sicurezza per le reti wireless

MobilityNetworkWlan

Entro settembre Wi-Fi Alliance certificherà i nuovi standard 802.11i e
802.11e.

Il punto debole delle reti wireless è la sicurezza. Se non si adottano speciali accorgimenti, le informazioni via etere possono essere captate e lette da chi non dovrebbe. Da qui l’impulso a sviluppare sistemi anti intrusione, sempre più sofisticati e sicuri. Entro la fine dell’estate Wi-Fi Alliance certificherà i nuovi standard 802.11i e 802.11e. Il primo aumenta le prestazioni della tecnologia Advanced Encryption Standard; il secondo perfeziona lo standard Wpa (Wi-Fi Protected Access), introdotto in forma semplificata l’anno passato. Le apparecchiature di recente produzione potranno essere facilmente aggiornate con un semplice software, e potranno così godere dei vantaggi dello standard 802.11i. Lo standard 802.11e sarà disponibile, invece, per tutte le apparecchiature wireless come aggiornamento software. Si pensa che la comparsa di tale standard consentirà di produrre apparecchi, ad esempio telefoni cellulari, di nuova concezione, in grado di supportare sia WLan 802.11, sia standard Wan. Sempre entro settembre vedranno la luce nuovi prodotti in grado di usare il Wme(Wireless Media Extension), un subset dello standard 802.11e che identifica pacchetti dati voce, video e audio e assegna loro una precedenza, in rapporto alle condizioni del traffico, istante per istante. Per lo stesso standard, in arrivo l’integrazione che aumenta la banda per i dati voce e video, denominata Wsm (Wi-Fi Scheduled Media).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore