Mai senza mail, neanche in vacanza

Network

Metà delle persone che utilizzano la mail per lavoro, continuano a controllarla anche in vacanza

Quasi la metà di chi utilizza la mail per ragioni di lavoro, controlla i messaggi anche durante le vacanze. Gartner avverte che il controllo continuo dei messaggi di posta elettronica nelle ore extra-lavorative e in vacanza, si può definire come la sindrome dellAlways-on. È una forma di dipendenza avverte lanalista Maurene Grey, non è un fattore tecnico, è un bisogno umano, di tipo culturale. Il 42% degli utilizzatori controlla la mail in vacanza, mentre il 23% lo fa anche nei weekend. Durante i giorni lavorativi, il 64% delle mailbox viene controllata di continuo, mentre il 34%, per 6 o più volte al giorno. La Grey rileva anche che a farlo più spesso sono proprio i lavoratori che si possono permettere vacanze di lusso. Le nuove stime dicono che ogni utente spende circa 49 minuti al giorno sullemail, con appena il 27% dei messaggi ricevuti che richiede effettivamente unattenzione immediata.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore